Lens-Artists Photo Challenge #74: Abstract

Lens-Artists Photo Challenge #73 – Cold

Lens-Artists Photo Challenge #70: Monochrome

Autumn colors in Langhe & Monferrato

In questo periodo, tra fine ottobre e metà novembre, le foglie dei vigneti dei prestigiosi vini piemontesi vivono la loro “primavera”, virando i loro colori sul giallo e rosso.

Uno spettacolo imperdibile, prima che tutto si ingrigisca in attesa di eventuali nevicate.

Prima di iniziare a scattare qualche foto, una sosta doverosa alla Terrazza da Renza a Castiglione Falletto con devo scaldato da un pallido sole e soprattutto da un ottimo Barbaresco che accompagna carne cruda e tartufo…

Caricato a dovere, mi muovo tra curve conosciute, tra Monforte, Barolo e poi indietro verso Roddino e Serralunga d’Alba.

Non si può avere tutto ed il sole sceglie di esser lui a mancare nel pomeriggio, regalandomi solo qualche raggio che volenteroso, cerca di infiltrarsi tra una nube e l’altra…

Non resta che scendere tra i filari in cerca di dettagli…

Ritornando verso nord, attraverso l’Alto Monferrato Astigiano per andare a recuperare il timbro della mitica prima Big Bench su cui mi sono seduto, quella di Castelnuovo Calcea .

Ma soprattutto non voglio perdermi il piacere di un caffè in compagnia dell’amica Alessia di Casa LuceSole,  in quel di Fontanile; un luogo magico che mi ha conquistato subito la prima volta che vi ho messo piede e dove giusto qualche metro prima di arrivare, vengo avvolto dai colori che sono andato cercando per tutta la giornata…

 

Big Bench del Roero: San Martino Alfieri e Canale

Con l’avvento dell’autunno, prosegue la ricerca di nuove Big Bench.

Ormai crescono come funghi e mi sarà praticamente impossibile vederle tutte, ma intanto godiamoci la 30ma e la 31ma…

Dopo aver attraversato Asti, saliamo sulle colline alla sinistra orografica del Tanaro. Il cielo cupissimo, al contrario di quanto previsto dagli esperti meteo, favorisce la vena “creepy” di Laura che mi fa fermare per immortalare dei girasoli morti…

Giunti alle porte di San Martino Alfieri, lasciamo la moto sul ciglio della strada per addentrarci nel Bosco del Silenzio.

Camminiamo in questo luogo silente e magico, dove sugli alberi sono stati apposti dei nidi artificiali per favorire la nidificazione di alcune specie di volatili. Alla base dei tronchi che li ospitano, interessanti spiegazioni che ne illustrano le caratteristiche.

Dalla parte opposta del bosco troviamo la panchina gigante, color giallo tendente all’arancio. Purtroppo è affollata da un gruppo di Trifolau (o aspiranti tali…) che ascoltano le dritte date da un paio di guide.

Fortunatamente troviamo persone educate che ci lasciano lo spazio e qualche minuto per la foto di rito…

Si è fatta una certa e prima di rimontare in sella, mi premuro di riservare un tavolo a La Rosa Bianca a Santo Stefano Roero dove ci rifocilliamo con ottimi piatti tradizionali, accompagnati da calici di Roero. 

Ritornando verso Canale, saliamo alla Madonna dei Cavalli, dove è sita la Big Bench rosa. Per raggiungerla si fa una breve passeggiata in mezzo ai filari di viti, che in questo periodo stanno iniziando a virare nel tipico rosso autunnale…

Non troviamo nessuno e possiamo rilassarci per una mezza pennica digestiva.

Timbrato il passaporto, prima di tornare per la retta via, facciamo una deviazione nella vicina Vezza d’Alba, per recuperare il timbro mancante della locale Big Bench bianca che visitammo ben tre anni fa insieme ai Pinz Brothers.

La forbice tra panchine visitate e timbri ottenuti sul passaporto dedicato si stringe sempre di più… 

191013_Roero_0026

Per qualsiasi info, non esitate a contattarmi 😉

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: